Overshoot day: stiamo vivendo sulle spalle dei nostri figli

L'Overshoot day quest'anno cade oggi 22 agosto.



L’Overshoot day è una data simbolica calcolata dal Global Footprint Network. Per gli scienziati questo giorno rappresenta il momento dell’anno in cui la nostra domanda di acqua, cibo, fibre, legno e assorbimento di anidride carbonica supera l’ammontare di risorse biologiche che gli ecosistemi della Terra sono in grado di rinnovare in un anno, la cosiddetta “biocapacità globale”.



In altre parole dal 23 agosto 2020 l’umanità consumerà risorse che la natura non è in grado di rigenerare entro il 31 dicembre. Dopo appena otto mesi, abbiamo già bruciato tutte le risorse rinnovabili del Pianeta e stiamo creando un “debito pubblico ecologico“.

Overshoot day 2020: la Terra “guadagna” tre settimane.
Negli anni Sessanta del secolo scorso c’era ancora il pareggio di bilancio tra consumo e risorse rinnovabili. Il decennio successivo l’Overshoot day cadeva il 10 novembre, durante gli anni Ottanta è arrivato a fine ottobre, dieci anni dopo cadeva i primi di ottobre, poi a settembre e dieci anni fa avevamo già consumato tutte le risorse rinnovabili il 20 agosto.

Negli ultimi anni l’Overshoot day ha continuato la sua scalata: nel 2017 era il 2 agosto, nel 2018 il 1° agosto, nel 2019 il 29 luglio.
Quest'anno il pianeta ha guadagnato 3 settimane, ma questo buon risultato non è dovuto all'impegno dell'umanità, ma dalla riduzione dell'attività umana causata dal lockdown e dagli effetti del Coronavirus.
L’umanità è stata costretta a fermarsi e il pianeta ha respirato grazie alla riduzione delle emissioni di CO2 e alla diminuzione della raccolta di materiale forestale.

Rispetto al 2019 la carbon footprint (l’impronta ecologica) dovuta alle emissioni di carbonio è calata del 14,5%. L’impronta dovuta al consumo di legname e altri prodotti forestali è calata invece dell’8,4% dal 2019, per ridotta domanda di materiali da costruzione nei mesi di lockdown, il che ha determinato una minore pressione sulle foreste.

Il 14 maggio è invece caduto l'Overshoot day italiano, ovvero il giorno in cui si sarebbero esaurite le risorse della terra se tutti gli abitanti del pianeta avessero le nostre abitudini.


Il cambiamento è nelle mani di ognuno di noi.
E passa anche dalle scelte d'investimento.




Commenti

I post più popolari

Fondi comuni: uno strumento costoso ed inefficiente

Il tacchino induttivista

Non esistono pasti gratis