Green Deal europeo: cos'è e perché ci riguarda.



Il Green Deal è un ambizioso progetto europeo che mira a ridurre le emissioni di anidride carbonica (CO2) nell'atmosfera del 55% entro il 2030 e ad azzerarle entro il 2050.

Come?

Intervenendo in tutti i settori dell'economia e incentivando lo sviluppo e l'adozione di tecnologie volte a ridurre o eliminare le emissioni nell'atmosfera.
I settori che saranno maggiormente coinvolti in questa transizione saranno quello della produzione e trasporto dell'energia, il settore dei trasporti (pubblici e privati), la filiera agroalimentare, l'edilizia e l'industria.

L'Unione Europea ha previsto di dedicare a questo progetto 1000 miliardi di investimenti volti a finanziare la transizione di quei settori oggi dipendenti dai combustibili fossili e responsabili della gran parte delle emissioni nell’atmosfera. Molte altre risorse saranno indirizzate ad aziende e nazioni per finanziare e incentivare un'economia pulita e circolare, l’uso efficiente e responsabile delle risorse ambientali, per ripristinare la biodiversità e ridurre l'inquinamento.

L'obiettivo è quello di trasformare le problematiche climatiche e le sfide ambientali in opportunità per le aziende, i settori e le economie dei paesi coinvolti.


I risparmiatori possono avere un ruolo centrale e incidere sulla transizione energetica, la salvaguardia e il ripristino della biodiversità e lotta ai cambiamenti climatici scegliendo di investire nelle aziende più attente alle tematiche ambientali e sociali. Ciò costringerà le altre ad adeguarsi per non sparire creando così un circolo virtuoso.



Il cambiamento è nelle mani di ognuno di noi.
E passa anche dalle scelte d'investimento

Commenti

I post più popolari

Fondi comuni: uno strumento costoso ed inefficiente

Il tacchino induttivista

Non esistono pasti gratis