Quanto può durare il brutto tempo?


Nei giorni prima di Pasqua insieme ai miei bimbi ho preparato l’orto estivo; sono passati già 10 giorni eppure non è ancora successo nulla.
Le piantine sono ancora tutte lì, ma non sembrano essere cresciute nemmeno di un centimetro. Anzi, una ha un aspetto che mi preoccupa.

Tutto è filato liscio all’inizio, sole, caldo; condizioni ideali. Poi sono arrivate le nuvole e la pioggia… e sembra che pioverà per giorni. E se dovesse piovere per settimane?
Cosa ne sarà del mio orto e delle mie piantine???
 
Certo, il brutto tempo potrebbe durare per giorni, addirittura per settimane, ma non può durare per sempre. Presto o tardi il sole farà capolino fra le nuvole. Poi arriverà anche il caldo. Le giornate di sole si alterneranno a quelle di pioggia. È così che funziona, è il ciclo della natura.
Quella che ci attende potrebbe essere una stagione particolarmente secca o particolarmente piovosa o magari sarà una stagione ideale. Non possiamo saperlo in anticipo e non possiamo controllare il tempo atmosferico. Dovremo adeguarci a quel che arriverà.
 
Potremmo evitarci tutte queste preoccupazioni e non fare l’orto. 
Certo, ma così non cresceranno né pomodori né zucchine.
 
I tempi dell’investimento sono inevitabilmente più lunghi di quelli dell’orto. Assomigliano di più ai tempi di un albero. Invece che di giorni, settimane e mesi si tratta di mesi, anni e decenni. Ma anche sui mercati finanziari ci sono periodi favorevoli e stagioni difficili. Il 2022 si è finora dimostrato un anno molto complicato, uno dei pochissimi nella storia (quattro per l’esattezza) in cui sia azioni che obbligazioni hanno avuto rendimenti negativi.

Non possiamo sapere quanto durerà questa situazione. 
Ciò che sappiamo per certo è che prima o poi spunterà il sole e che, se vogliamo far crescere i nostri risparmi, dobbiamo metterli al lavoro.




Se sei preoccupato per il tuo orticello, non star lì a guardare la pioggia e a pensare a quando finirà, scrivimi!


QUI puoi iscriverti alla newsletter di Investire con Intelligenza

Commenti

I post più popolari

Fondi comuni: uno strumento costoso ed inefficiente

Il tacchino induttivista

Non esistono pasti gratis