Questione di prospettive

 

La prima metà dell'anno è andata molto male sui mercati finanziari, e non solo.
Come andranno i prossimi 6 mesi? E i prossimi 5 anni?
Molto dipende da te. 

 



La prima metà dell’anno è stata molto difficile sui mercati finanziari.
Si è trattato del peggiore inizio d’anno da oltre 4 decenni.

È capitato poche volte nella storia che in un semestre sia azioni che obbligazioni chiudessero in negativo.
I primi 6 mesi del 2022 sono una di queste 4 occasioni.
 
Come andranno i prossimi 6 mesi?
Statisticamente è improbabile che siano altrettanto negativi, ma se la storia ci ha insegnato qualcosa è che cose che non sono mai successe prima accadono di continuo.
 

Dunque è un buon momento per investire?
Sicuramente è più conveniente rispetto a 6 mesi fa.
 

Ma la domanda veramente importante che dovresti porti è: per me è più importante come andranno i miei investimenti nei prossimi 6 mesi o nei prossimi 5 anni?
 

Se la risposta è che l’importante sono i prossimi 6 mesi, il mio consiglio è quello di NON investire.
Né oggi né mai.
Perché investire guardando ai prossimi 6 mesi è semplicemente una scommessa che nel tempo non può che generare delusioni.


Se la risposta invece è che per te è più importante come andranno i tuoi investimenti da oggi ai prossimi 3-5-10 anni, allora il mio consiglio è quello di investire.

Di farlo in modo oculato, graduale se sei spaventato dalla volatilità, di diversificare ampiamente senza fare scommesse su paesi, settori o singoli titoli, ma soprattutto di farlo con un piano in mente, senza improvvisare.

Un piano studiato a tavolino, a mente fredda, e adatto alle tue esigenze e al tuo orizzonte temporale, che sia di 3, 5, 10 o 30 anni.

Dopodiché l’unica cosa da fare è avere pazienza, mantenere la rotta e fare delle piccole correzioni di tanto in tanto.

Nell’immagine il rendimento del mercato azionario su diversi orizzonti temporali (3 mesi, 6 mesi, 1 anno, 3 anni, 5 anni e 10 anni) dopo una forte discesa.
 


 
Su orizzonti pari o superiori a 3 anni non ci sono rendimenti negativi.



QUI puoi iscriverti alla newsletter di Investire con Intelligenza

Commenti

I post più popolari

Fondi comuni: uno strumento costoso ed inefficiente

Il tacchino induttivista

Non esistono pasti gratis