Tra passato e futuro

Ogni declino passato sembra un’opportunità, ogni declino futuro sembra un rischio.

 

Visti con il senno del poi i mercati sembrano una cosa semplice.


Il mercato azionario globale negli ultimi 95 anni ha reso in media il 9% all’anno. Cos’altro abbiamo bisogno di sapere per investire con successo i nostri risparmi?

Che siamo esseri umani e sopportare un decennio come quello dal 2000 al 2010 in cui i mercati azionari globali hanno avuto un rendimento negativo o resistere ad un crollo del 54% come nei 18 mesi a cavallo tra settembre 2007 e marzo 2009 richiede una risolutezza veramente ammirabile. Un po' come quella di Bob, l’investitore con il peggior tempismo della storia.

 

D’altro canto, visti con gli occhi di chi deve investire oggi i mercati sembrano terrificanti.

Le preoccupazioni per il futuro e i motivi per cui sembra essere meglio attendere tempi migliori non mancano mai:

Solo per citarne alcune delle più attuali: inflazione, pandemia e varianti, rialzo dei tassi d’interesse, crescita economica globale (un evergreen), stretta regolatoria e mercato immobiliare cinese, quotazioni azionarie storicamente alte, quotazioni obbligazionarie alte, livello molto elevato di debito globale…

I pessimisti e i profeti di sventura (che non mancano mai) suonano intelligenti, ma sono gli ottimisti, i consapevoli e i pazienti ad avere successo negli investimenti.

Non esistono ricette magiche valide sempre e per tutti. D’altra parte ognuno ha storie, esigenze, sogni ed obiettivi diversi.

Il segreto è proprio quello di iniziare il prima possibile, costruire un piano ragionevole che si fondi sui propri valori, sulle proprie esigenze ed obiettivi, definire in anticipo come comportarsi in varie situazioni di mercato (positive e negative), costruire un portafoglio robusto e diversificato, tenere sotto controllo i costi e armarsi di pazienza e perseveranza.

Al resto penseranno i mercati, il tempo e l’interesse composto.

 

Forse non sarà semplice ed immediato, ma è l’unico modo d’investire senza fare scommesse che possono risultare tanto attraenti quanto estremamente dolorose.



QUI puoi iscriverti alla newsletter di Investire con Intelligenza


Commenti

I post più popolari

Fondi comuni: uno strumento costoso ed inefficiente

Il tacchino induttivista

Non esistono pasti gratis